L’Incontro dei Segretari dell’Animazione Missionaria

E-mail Stampa

A Celje in Slovenia, presso la casa per gli esercizi spirituali e altri vari incontri tenuta da Lazzaristi (Vicenziani) si è svolto terzo incontro (Polonia, Praga, Celje) dei segretari per l’animazione missionaria delle giurisdizioni di CEC, CIMP e CEO da 14 a 19 novembre 2010.

All’incontro hanno preso parte 26 partecipanti. Ne eravamo di più che nei primi due incontri. Tuttavia mancavano alcune giurisdizioni da tutti i ceti. Tra noi era relatore fra Roberto Tomichà e segretario generale per animazione missionaria fra Jarosław Wysoczański. Terzo giorno è venuto tra noi l’assistente generale di CEC. La sua presenza è stata molto gradita ed utile.

Il titolo di questo incontro era “Missionario oggi: creativo, francescano, interculturale”.  Prima giornata è stata dedicata alla formazione. Relatore fra Roberto Tomichà ci ha presentato il mondo di oggi nel quale è chiamato di svolgere la missione missionario francescano conventuale. Questo mondo si presenta molto fluido, cioè, in continua evoluzione. In questo mondo fluido siamo chiamati anche noi francescani conventuali ad’essere testimoni di Cristo e del suo Vangelo. Il mondo multiculturale da sempre maggior il posto al mondo interculturale. Ciò richiede nuove strategie nel svolgere la nostra missione.

Da francescani conventuali abbiamo in Francesco un insigne maestro della missionarietà. Da lui possiamo imparare rispetto della diversa cultura, l’ascolto e la povertà nell’incontro con altra religone.

Seconda giornata è stata riservata all’informazione sulle nostre attività missionarie. Per primo ci è stata presentata con brevi tratti la geografia delle nostre missioni da segretario generale per l’animazione missionaria, fra Jarosław Wysoczański. Abbastanza profondamente ha parlato sul nuovo “Direttorio per le missioni”. Pomeriggio ci ha parlato fra Valentino Maragno presentandoci l’attività missionaria della provincia Patavina da dopo seconda guerra mondiale fino a giorni di oggi con particolare sottolineatura della missione in Cile.

Prima parte della terza giornata è stata dedicata alla testimonianza viva dalla nostra attività missionaria in Turchia e Libano. A questo nostro incontro abbiamo invitato fra Martin Kmetec che ne ha una lunga esperienza di questo mondo ed è anche esperto nell’islamismo. Tra Libano è Turchia è grande differenza. Turchia ove vive l’esperienza missionaria mondo mussulmano che non riconosce altre religioni. Tutti i cristiani sono senza alcun diritto. Se anche la Turchia è uno stato laico, è molto presente islamismo anche in forma radicale. In Turchia si può essere testimonianza con essere. Seconda parte di questa giornata è stata dedicata alla presentazione delle attività missionarie (missioni, animazione) delle singole giurisdizioni.

Ultima giornata è stata dedicata alla conoscenza della realtà minoritica in Slovenia. Abbiamo visitato conventi di Olimje, Ptujska Gora e Ptuj ove ci siamo incontrati durante la cena con i frati della provincia.

Ci siamo lasciati con fermo proposito di incontrarsi prossimo anno a Camposampiero. 

Questi incontri sono nati molto spontaneamente dal baso. Prossimi incontri li vogliamo organizzare sotto il patrocinio e sostegno dell’UCEC.

fra Janez Kurbus