Si chiude la settimana di ostensione del corpo del Santo

E-mail Stampa

Si conclude oggi, 20 febbraio, l’ostensione straordinaria del corpo di sant’Antonio in occasione della sua traslazione nella tomba recentemente restaurata. Padre Jerzy Norel, Vicario Generale dell’Ordine, alle ore 19 presiederà la Santa Messa. Alle ore 17 celebrerà il nostro confratello Mons. Gianfranco Girotti, Reggente della Penitenzeria Apostolica. Alle ore 21, alla presenza dei numerosissimi confratelli giunti da molte Provincie, le reliquie verrannno tumulate nell’Arca cinquecentesca attorniata dagli altorilievi di marmo tornati al loro originario splendore.

Il corpo di sant’Antonio è stato esposto all’omaggio dei fedeli lunedì scorso, 15 gennaio, festa liturgica della Traslazione delle reliquie del Santo. I frati della Basilica padovana, aiutati da centinaia di volontari, e con l’ausilio discreto e sensibile delle forze dell’Ordine e dell’amministrazione comunale, hanno accolto per tutta la settimana migliaia di pellegrini. Solo nella giornata di venerdì 19 i devoti accorsi per sfilare accanto all’urna di Antonio sono stati 25 mila. In totale le presenze supereranno la soglia delle 200 mila.

Il silenzio, il raccoglimento di tutti questi devoti, che hanno dovuto aspettare anche due ore in fila, sotto la pioggia battente, per poter giungere alla cappella dove sono esposte le sacre reliquie, ha impressionato sia i frati che gli osservatori della stampa. Un’intensa esperienza di fede del popolo, la gente semplice di Antonio, servita con dedizione da 8 secoli dai confratelli francescani ai quali il Santo ha affidato i suoi devoti.

La quantità e la qualità delle confessioni sacramentali raccolte dai confratelli penitenzieri, che si alternano nel ministero coadiuvati da parecchi frati venuti apposta a prestare il loro aiuto, mostra come i pellegrini giunti da ogni parte del mondo abbiano ben chiaro il messaggio di conversione e rinnovamento interiore predicato e vissuto da Sant’Antonio.

La catechesi del Santo Padre di mercoledì 10 febbraio, tutta dedicata al Dottore Evangelico, ha certamente portato l’attenzione dei fedeli e della stampa sull’ostensione di sant’Antonio, e ha offerto inoltre ai frati un testo autorevole per la meditazione personale di questi giorni e per la predicazione al popolo di Dio che gremisce la Basilica.

Per l’occasione i frati del Messaggero di Sant’Antonio, in stretta collaborazione con i religiosi della Basilica del Santo, hanno realizzato un sito internet in italiano ed inglese che riporta notizie, foto e video di questi memorabili e intense giornate:  http://www.santantonio.org/ostensionedelsanto2010

Una webcam mostra notte e giorno, per quanti non possono venire di persona, l’urna che contiene le ossa del Santo. Si può visitare a questo indirizzo: http://www.telechiara.it/live2.php

Altri video-reportage sono reperibili nel sito ufficiale della Provincia Patavina: http://www.provinciapatavina.org/ita/pagina.asp?id=259&t=pagine